N 27/2020 VERSAMENTI DEL 16 APRILE 2020 SALVO PROROGHE

COMUNICATO N 27/2020

VERSAMENTI DEL 16 APRILE 2020 (SALVO PROROGHE, RINVII O RIPENSAMENTI)

Premesso che i termini per l’emissione delle fatture non sono stati prorogati per cui le fatture devono essere emesse ed inviate nei termini ordinari.

GENERALITA’ CONTRIBUENTI

In relazione alle proroghe corona –virus si ricorda che il 16 aprile 2020 devono, ad oggi salvo ulteriori proroghe, essere versati:

- IVA codice 6003 relativa al mese di marzo 2020 (solo per i contribuenti in regime IVA mensile);

- ritenute di lavoro autonomo, provvigioni (codice 1004)

- ritenute di lavoro dipendente ed assimilato (codice 1001)

- contributi previdenziali ed assistenziali e premi INAIL

IMPRESE E LAVORATORI AUTONOMI CON RICAVI/COMPENSI 2019 < € 2.000.000

I versamenti delle ritenute sui redditi di lavoro dipendente, IVA, contributi previdenziali scadenti il 16.03 sono rinviati al 1.6.2020 in unica rata o in 5 rate di pari importo la prima scadente il 1.6.2020.

Si ricorda che il 16.03 dovevano essere versate le ritenute sul lavoro autonomo che non erano oggetto di proroga.

Il 16.04.2020 tali soggetti devono versare l’IVA del mese di marzo 2020 (codice 6003) e tutte le ritenute e contributi per i pagamenti eseguiti nel mese di marzo, in pratica

 dal 16.04 non hanno alcuna proroga sui versamenti in scadenza il 16.04.2020.

 

CONTRIBUENTI SETTORI PARTICOLARI (bar, ristoranti, gelaterie …)

I versamenti delle ritenute, contributi previdenziali scadenti il 16.03 ed il 16.04 sono rinviati al 1.6.2020 in unica rata o in 5 rate di pari importo la prima scadente il 1.6.2020.

Per l’IVA solo quella in scadenza il 16.3 è rimandata al 1.6.2020 mentre l’Iva di marzo in scadenza al 16.04.2020 deve essere versata senza alcuna proroga.

Gli stessi soggetti devono versare, senza proroghe, entro il 16.04.2020 le ritenute sui compensi di lavoro autonomo pagati in marzo (codice 1004)

Distinti saluti.

Studio Donato - Gottardelli

Verona - Via Dietro Filippini n. 24

Tel 0458532113 - 0452070334

N 26/2020 LAVORATORI DIPENDENTI PREMIO 100 EURO

COMUNICATO N. 26/2020

LAVORATORI DIPENDENTI PREMIO € 100

L’art 63 del Cura Italia  prevede che ai dipendenti che possiedono un reddito complessivo da lavoro dipendente nel 2019 di importo non superiore a 40.000 euro spetta un premio, per il mese di marzo 2020, che non concorre alla formazione del reddito, pari a 100 euro da rapportare al numero di giorni di lavoro svolti nella propria sede di lavoro nel predetto mese di marzo 2020.

Il premio è riconosciuto a partire dalla retribuzione corrisposta nel mese di aprile 2020 (quindi già con gli stipendi di marzo pagati in aprile) e comunque entro il termie di effettuazione delle operazioni di conguaglio di fine anno.

Il premio erogato sarò recuperato dai datori di lavoro (che quindi non sostengono alcun costo) in compensazione nel modello F 24 già dal prossimo 16 aprile.

La Risoluzione Agenzia delle Entrate 17/E del 31.03.2020 ha istituito il codice tributo per la compensazione:- codice tributo 1699, sezione Erario.

La stessa risoluzione ha precisato che il mod F 24 con codice 1699 deve essere presentato solo tramite Entratel/fisconline, senza tener conto di alcun limite di importo.

Distinti saluti.

Dott. Alberto Donato

Studio Donato - Gottardelli

Verona - Via Dietro Filippini n. 24

Tel 0458532113 - 0452070334

N 25/2020 VALIDITA' DEL DURC

COMUNICATO N. 25/2020

VALIDITÀ DEL DURC - MESSAGGIO INPS 25.3.2020 N. 1374

L'INPS, con il messaggio 1374/2020 (vedi allegato) a fornito chiarimenti in merito alla durata di validità del DURC.

In particolare l'INPS informa che tale documento è incluso tra quelli indicati dall'art. 103 co. 2 del DL 18/2020, pertanto i "Durc On Line", che riportano nel campo una data compresa tra il 31.1.2020 e il 15.4.2020, saranno validi fino al 15.6.2020.

Sul punto l'Istituto fornisce anche le indicazioni operative distinguendo due situazioni alternative:

A) Il “Durc On Line è ancora disponibile sul portale in quanto in corso di validità alla data della richiesta in base al DM 30 gennaio 2015 (120 giorni dalla data della richiesta). In tal caso lo stesso Documento potrà essere immediatamente e automaticamente acquisito da parte dell’interessato ovvero dei richiedenti.

B “Il Durc On Lineche conserva la sua validità fino al 15 giugno 2020, avendo una scadenza compresa tra il 31 gennaio 2020 e il 15 aprile 2020, non è più disponibile sul sistema alla data della richiesta. In tal caso si potranno verificare le seguenti ipotesi:

  1. il sistema restituisce un esito di regolarità in automatico e notificherà al richiedente (e ai richiedenti “accodati”) la formazione dell’esito stesso (appare evidente che non sarà necessaria alcuna attività da parte degli operatori);
  2. il sistema evidenzia la presenza di irregolarità che sono determinate da meri disallineamenti degli archivi e che, non richiedendo l’attivazione dell’istruttoria con l’invio dell’invito a regolarizzare, possono essere definite con l’attestazione di regolarità. Il sistema anche in questo caso notificherà al richiedente (e ai richiedenti “accodati”) la formazione dell’esito.

L'INPS sottolinea, inoltre, che, per le verifiche di regolarità dal 17.3.2020 al 15.4.2020, in caso di DURC scaduto il 31.1.2020, le Strutture territoriali dovranno considerare i pagamenti effettuati al 31.8.2019.

Distinti saluti.

Studio Donato - Gottardelli

Verona - Via Dietro Filippini n. 24

Tel 0458532113 - 0452070334

N 24/2020 BONUS BABY SITTER CORONA VIRUS

COMUNICATO N 24/2020

BONUS BABY SITTER CORONA VIRUS

La circolare INPS n. 44 del 24.03.2020 (vedi allegato) spiega come richiedere il bonus baby sitter causa corona virus. Bonus o presa in giro decidete voi!

Il bonus non può essere ancora richiesto ma lo sarà a breve quando l’INPS comunicherà la data dalla quale potranno essere presentate le domande. Tuttavia  siccome il bonus sarà erogato solo sino ad esaurimento delle risorse chi prima presenta la domanda  più possibilità avrà di incassare.

Si fa presente che gli Studi non possono fare domande ma i Clienti interessati o vanno da un patronato o la presentano direttamente dopo essersi accreditati sul sito INPS (lo Studio non può svolgere alcuna attività in tal senso).

L’importo del bonus

Il bonus è di 600 euro e può essere chiesto in alternativa al congedo parentale dai genitori lavoratori di figli fino a 12 anni di età.

Chi può fare richiesta

I lavoratori ammessi al bonus - in base agli articoli 23 e 25 del decreto cura Italia - sono quelli del settore privato e alcuni comparti della Pubblica amministrazione. Il bonus è riconosciuto anche ai lavoratori autonomi non iscritti all’Inps (ad esempio agli iscritti alle casse dei professionisti). In caso di genitori separati, il contributo spetta a quello con il quale il figlio convive: sarà in questo caso presentare un’autocertificazione.

Se ci sono più figli il bonus non aumenta

Nella circolare viene precisato che la misura del bonus è unica per famiglia: se ci sono due figli fino a 12 anni di età si possono presentare due domande da 300 euro l’una.

Come si calcola il limite dei 12 anni

Il limite dei 12 anni d'età si calcola al 5 marzo 2020, il giorno in cui sono state chiuse le scuole. Quindi il bonus può essere riconosciuto se al 5 marzo il bambino non aveva ancora compiuto i 12 anni. non applicato in presenza di handicap grave.

Quando si potranno inviare le domande

Per l’invio si dovrà attendere una ulteriore comunicazione dell'istituto di previdenza. Come si compila domanda

La richiesta del bonus dovrà essere presentata scegliendo tra 3 diverse modalità:

● applicazione web disponibile sul sito istituzionale dell’Inps, seguendo il percorso «prestazioni e servizi», «Tutti i servizi», «Domande per prestazioni a sostegno del reddito», «Bonus servizi di baby sitting»;

● chiamando il numero verde 803164 o lo 06/164164;

● attraverso i patronati (servizio gratuito).

Come si utilizza il bonus

Per poter utilizzare il bonus è necessario avere il libretto famiglia:uno dei due genitori si deve registrare sulla piattaforma delle prestazioni occasionali dell’Inps.  Il bonus da 600 euro si traduce in voucher virtuali da 10 euro di valore l’ora (o suoi multipli), per cui l'importo richiesto a titolo di bonus deve essere necessariamente pari a 10 euro o multipli di 10. La baby sitter per riscuotere il proprio compenso - sempre attraverso la procedura telematica - dovrà indicare l’intenzione di usufruire del bonus “Covid-19”.

Distinti saluti.

Studio Donato - Gottardelli

Verona - Via Dietro Filippini n. 24

Tel 0458532113 - 0452070334

N 23/2020 L'INVIOSWI MODELLI INTRASTAT RINVIATO AL 30 GIUGNO 2020

COMUNICATO N 23/2020

L’INVIO DEI MODELLI INTRASTAT È RINVIATO AL 30 GIUGNO

I modelli Intrastat, a partire da quello in scadenza domani 25 marzo, possono essere inviati senza sanzioni entro il 30 giugno 2020.

I contribuenti potranno comunque inviare alle scadenze originarie, gli Intrastat in scadenza fino al 31 maggio. In questi casi, non sarà necessario il rispetto degli ordinari termini di presentazione e,

pertanto, non risulteranno sanzionabili eventuali invii “tardivi”. Ad esempio, se il modello relativo a febbraio in scadenza domani (25 marzo), fosse presentato il 26 marzo e fino al 30 giugno, non potranno essere applicate sanzioni.

Infine, sempre in tema di operazioni con l’estero, slitta al 30 giugno anche la presentazione dell’esterometro, divenuto, dal 2020,trimestrale ed in scadenza il 30.04.2020.

Si ricorda invece che le CU devono essere inviate telematicamente all’Agenzia delle Entrate e consegnate al percipiente entro il 31.03.2020.

Distinti saluti.

Dott. Alberto Donato

Studio Donato - Gottardelli

Verona - Via Dietro Filippini n. 24

Tel 0458532113 - 0452070334