N 2/2021 PRINCIPIO DI CASSA ALLARGATO 12 GENNAO 2021

COMUNICATO N. 02/2021

PRINCIPIO DI CASSA ALLARGATO 12 GENNAIO 2021

Al fine di poter dedurre le somme e i valori corrisposti ai lavoratori dipendenti e ai titolari di redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente (es. compenso amministratori, collaboratori coordinati e continuativi e "a progetto"), relative al periodo d'imposta 2020, è necessario provvedere al pagamento entro e non oltre il 12 gennaio 2021, in base al principio della cosiddetta "cassa allargata".

Il suddetto principio non è applicabile ai lavoratori autonomi per cui gli stipendi dei dipendenti dei lavoratori autonomi per essere deducibili nel 2020 devono essere pagati entro il 31/12/2020.

INCASSI PROFESSIONISTI E CONTRIBUENTI MINIMI

Per i professionisti, i contribuenti minimi e forfettari si applica il principio di cassa per cui i ricavi sono reddito nell'anno di incasso le spese sono costi nell'anno di pagamento.

Pertanto si raccomanda a tutti i professionisti / minimi e forfettari la massima attenzione per gli incassi avuti a cavallo d'anno e di indicare chiaramente, sulle fatture, la data di incasso ai fini della corretta imputazione a reddito nell'anno di competenza.

Si ricordano alcuni casi particolari:

BONIFICI BANCARI

Nel caso di compensi professionali pagati mediante bonifico bancario, la Circolare Agenzia delle Entrate n. 38/E del 23/6/2010, precisa che ai fini della determinazione de reddito il momento in cui il professionista / minimo / forfettario consegue l'effettiva disponibilità delle somme, debba essere individuato in quello in cui questi riceve l'accredito sul proprio conto corrente.

Non ha alcuna rilevanza né la data della valuta, ovvero quella da cui decorrono gli interessi, né il momento in cui il committente emette l'ordine di bonifico, né quello in cui la banca informa il professionista dell'avvenuto pagamento.

Per cui i bonifici effettuati a fine dicembre 2020 ma accreditati sul conto del professionista /minimo / forfettari nei primi giorni del 2021 dovranno essere fatturati da quest’ultimi nel 2021 e concorrono a formare il reddito nel 2021. L’impresa che ha effettuato il pagamento nel 2020 dovrà versare la ritenuta entro il 16/01/2021 e farlo rientrare nel 770 del 2020.

In tal modo però si crea una divergenza tra il reddito del professionista, per cui il bonifico è reddito nel 2021, e il CU rilasciata dal cliente che indica la somma bonificata come reddito 2020!!!!

ASSEGNI BANCARI

La stessa Circolare Agenzia delle Entrate n. 38/E del 23/6/2010 prevede che i compensi pagati mediante assegno bancario devono considerarsi percepiti dal professionista / minimo / forfettario nel momento in cui l’assegno entra nella disponibilità del professionista, momento che si realizza con la consegna dell’assegno al professionista / minimo / forfettario. Non rileva la data di versamento dell’assegno sul conto corrente del professionista / minimo / forfettario. L’assegno consegnato al professionista nel dicembre 2020 depositato sul c/c nel gennaio 2021, i compensi sono reddito nel 2020. Tutti i clienti devono segnalare in modo chiaro tale situazione al fine della corretta imputazione del reddito.

CONCLUSIONE

Si consiglia di NON effettuare MAI  bonifici ai professioni/minimi / forfettari l'ultimo giorno del mese in quanto tale procedura può creare uno scostamento, che sicuramente porterà accertamenti dell'Agenzia delle Entrate, tra bonifico/ versamento delle ritenute da parte del soggetto che ha effettuato il pagamento e fatturazione da parte del professionista/minimo / forfettario. Si raccomanda perciò di procedere al pagamento dei professionisti con congruo anticipo o ad inizio mese.

Distinti saluti.

Dott. Alberto Donato

Studio Donato - Gottardelli

Verona - Via Dietro Filippini n. 24

Tel 0458532113 - 0452070334

N 1/2021 DICHIARAZIONI DI INTENTO 2021

 COMUNICATO N 01/2021

DICHIARAZIONE DI INTENTO 2021 OBBLIGHI DEL FORNITORE

Facendo seguito al nostro Comunicato n 59/2020 si avvertono i Clienti che nel cassetto fiscale di ogni uno sono disponibili le lettere di intento ricevute nel 2020 a valere dal 1.1.2021.

Si consiglia di entrare e stamparle in modo che in alto a destra vi sia la data di stampa.

Si riepilogano gli obblighi di chi ha ricevuto dichiarazioni di intento:

-         prima di emettere la fattura “Non imponibile art 8/c DPR 633/1972” procedere al controllo della dichiarazione di intento ricevuta entrando nel proprio cassetto fiscale e stampare non solo la tabellina del “Risultato della verifica della lettera di intento” ma anche la lettera di intento vera e propria contenuta nel cassetto fiscale (non fidarsi di quella ricevuta dal cliente ili cui invio è facoltativo anche se opportuno). E’ necessario che tale verifica sia documentata dalla stampa delle suddette ricevute e della dichiarazione di intento. L’accesso al cassetto fiscale deve essere effettuato sempre prima del DDT di consegna della merce.

-         indicare nelle fatture 8/c il numero di protocollo. Il numero di protocollo è composto da 23 caratteri attribuito alla dichiarazione d’intento dal servizio telematico dell’Agenzia delle entrate.

Il controllo, nel proprio cassetto fiscale, della dichiarazione di intento deve avvenire prima della cessione di beni o della prestazione di servizi, e quindi non è sufficiente il riscontro prima della fatturazione. Per esemplificare, si pensi alla seguente ipotesi:

    • ddt del 10 maggio,
    • dichiarazione d’intento presentata il 5 maggio ma riscontrata il 31,
    • data della fattura 31 maggio.

La fattura dovrà necessariamente esporre l’Iva. E’ pertanto necessario  stampare la dichiarazione di intento non appena ricevuta nel proprio cassetto fiscale.

Le sanzioni applicabili al fornitore in caso di emissione di fattura NI Art 8/c senza prima aver riscontrato per via telematica l'avvenuta presentazione alle Entrate della lettera di intento è del 100% al 200% dell'IVA.

Il fornitore non deve più numerare progressivamente le lettere di intento ricevute né registrarle in apposito registro

Distinti saluti.

Dott. Alberto Donato

Studio Donato - Gottardelli

Verona - Via Dietro Filippini n. 24

Tel 0458532113 - 0452070334