N 4/2021 LOCAZIONI BREVI MASSIMO 4 APPARTAMENTI

COMUNICATO N 4/2021

LOCAZIONI BREVI MASSIMO 4 APPARTAMENTI

Con l’inizio dell’anno è scattata la stretta sugli affitti brevi. In pratica, dal periodo d’imposta 2021, il regime fiscale della locazione breve è riconosciuto solo a chi destina a questa attività «non più di quattro appartamenti per ciascun periodo d’imposta». Negli altri casi, la locazione breve «si presume svolta in forma imprenditoriale ai sensi dell’articolo 2082 del codice civile».

Il limite delle quattro unità vale anche per i contratti stipulati tramite agenti immobiliari o tramite portali telematici.

Sono affitti brevi le locazioni che: - prevedono la locazione di immobili a uso abitativo, eventualmente con la prestazione dei servizi di fornitura di biancheria e di pulizia dei locali; - hanno durata non superiore a 30 giorni.

Non c’è dubbio, quindi, che un “privato” che destina alla locazione con formula breve cinque appartamenti nel corso del 2021 non potrà più scegliere la cedolare secca. Inoltre, la sua attività si presumerà svolta in forma d’impresa, con tutto ciò che ne consegue (obbligo di apertura della partita iva e tenuta delle scritture contabili).

Il fatto che la norma parli di «appartamenti» crea qualche incertezza anche per i casi di locazione parziale. Ma qui dovrebbe prevalere il dato letterale, per quanto sia stato scelto un termine non tecnico (appartamento va probabilmente inteso come sinonimo di unità immobiliare del gruppo A, escluso A/10). Perciò, non dovrebbe incappare nella stretta chi destina all’affitto breve - ad esempio - tre intere unità e una porzione di altre due unità.

Distinti saluti.

Dott. Alberto Donato

Studio Donato - Gottardelli

Verona - Via Dietro Filippini n. 24

Tel 0458532113 - 0452070334